La MultiUtility digitale: esempi di applicazioni per il miglioramento dei servizi

20 nov 2017
Nunzio Bonavita – Business Development Manager ABB. La memoria delinea il quadro attuale per alcuni dei servizi tipici di una MultiUtility (acqua, gas, elettricità, rifiuti, trasporti, ecc.) e prospetta alcuni nuovi scenari operativi, guidati dall’applicazione dell’innovazione tecnologica digitale, già a disposizione oggi, deducendoli da alcuni casi esemplificativi. Relazione presentata al Forum Telecontrollo Reti di pubblica utilità, organizzato da Gruppo Telecontrollo, Automazione e Supervisione delle Reti di ANIE Automazione, Verona, 24 e 25 ottobre 2017.

Le MultiUtilities sono realtà complesse, dove coesistono problematiche e processi di differente natura. In Italia, l’entrata in campo dell’AEEGSI, ha consentito una graduale stabilizzazione del quadro normativo e creato le basi per investimenti di modernizzazione ed efficientamento di reti ed impianti ormai non più procrastinabili.  

Questo nuovo scenario permette di cogliere l’opportunità dettata dalla trasformazione digitale, per migliorare in modo significativo i servizi erogati e realizzare nuovi servizi per la comunità.

Introdurre nuovi paradigmi tecnologici in ambito MultiUtilities, richiede però alcuni specifiche cautele aggiuntive: a causa della natura irrinunciabile dei servizi forniti, il cambiamento dovrà avvenire senza alcun impatto sull’utenza, con tolleranza zero per incidenti, malfunzionamenti o prestazioni non adeguate.

La gestione della transizione non può non passare attraverso una stretta collaborazione fra le MultiUtilities e selezionati fornitori di tecnologia che posseggano le competenze e le “abilità” necessarie al conseguimento dei benefici derivanti dalla Digitalizzazione e dall’IoT, minimizzando rischi e tempi di sviluppo.

Queste abilità devono declinarsi lungo tre diverse direttrici:

  • Aumentare il proprio specifico know-how applicativo, in modo da poter comprendere vincoli e obiettivi del cliente e poter cooperare con esso per raggiungere i nuovi target operativi
  • Abilità nel padroneggiare e miscelare adeguatamente in soluzioni integrate tecnologie potenzialmente molto diverse fra loro
  • Possedere la visione, la capacità e le piattaforme operative che consentano di sfruttare efficacemente le opportunità indotte dalla Digitalizzazione

 

La memoria delinea il quadro attuale per alcuni dei servizi tipici di una MultiUtility (acqua, gas, elettricità, rifiuti, trasporti, ecc.) e prospetta alcuni nuovi scenari operativi, guidati dall’applicazione dell’innovazione tecnologica digitale, già a disposizione oggi, deducendoli da alcuni casi esemplificativi.

 

Il miglioramento della gestione degli acquedotti tramite strategie di distrettualizzazione e innovativi sw di supervisione, l’introduzione di rivoluzionarie tecniche (sia strumentali che di data management) ad altissima efficienza per il monitoraggio perdite per la rete gas, l’adozione di soluzioni basate su e-bus e un’opportuna rete di ricarica, una gestione innovativa delle microreti e dei virtual power plant volti al bilanciamento delle reti elettriche e ad una migliore integrazione delle fonti rinnovabili, costituiscono esempi che trovano il loro minimo comun denominatore nell’accorta integrazione dei livelli di strumentazione e automazione tradizionale con le straordinarie potenzialità offerte dal futuro digitale in cui siamo già entrati.

ABB S.p.A.

Via Lama 33 20099 Sesto San Giovanni - Via Vaccani 4 22010 Tremezzina Loc. Ossuccio
(Milano)