Watergas
16-05-2019 / redazione watergas.it

ANIE CONFINDUSTRIA: SECONDO I DATI PRELIMINARI, LE ESPORTAZIONI ITALIANE DI TECNOLOGIE PER IL MERCATO DELL’ENERGIA HANNO SFIORATO NEL 2018 I 7 MILIARDI DI EURO

ANIE CONFINDUSTRIA: SECONDO I DATI PRELIMINARI, LE ESPORTAZIONI ITALIANE DI TECNOLOGIE PER IL MERCATO DELL’ENERGIA HANNO SFIORATO  NEL 2018 I 7 MILIARDI DI EURO La Tunisia, che sta affrontando un percorso di evoluzione energetica, rappresenta una significativa opportunita’ per le imprese italiane. Andrea Maspero, vicepresidente per l’internazionalizzazione di ANIE: “aziende italiane strategiche nel percorso di diversificazione del mix di generazione della Tunisia”

Federazione ANIE, una delle più importanti organizzazioni Confindustriali che rappresenta le tecnologie elettrotecniche ed elettroniche rivolte ai 4 mercati strategici dell’industria, building, energia e infrastrutture-trasporti, in occasione del vertice intergovernativo Italo-Tunisino, ha portato il proprio contributo all’interno del tavolo di approfondimento settoriale dedicato all’energia e alle energie rinnovabili nell’ambito del Business Forum Italia-Tunisia organizzato lo scorso 30 aprile da Confindustria, ICE-Agenzia e ABI - con il patrocinio del Ministero dello Sviluppo Economico e il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ed in collaborazione con UTICA - l’Unione tunisina dell’Industria, del Commercio e dell’Artigianato.

In questa occasione, Andrea Maspero, vicepresidente per l’Internazionalizzazione di ANIE, ha posto l’accento su come il mercato dell’energia stia vivendo, a livello globale, importanti cambiamenti dettati anche dalla crescente attenzione alla sostenibilità ambientale e allo sviluppo dell’economia circolare e come questo possa rappresentare, per tutte le imprese fornitrici di tecnologie destinate all’energia, sfide e opportunità.

La trasformazione in atto richiede, nei prossimi anni, significativi investimenti: basti pensare che nel 2017 gli investimenti nel settore hanno toccato gli 1.8 trilioni di dollari concentrati soprattutto nel mercato dell’elettricità che rappresenta un tassello centrale per il processo di decarbonizzazione in atto. 

Secondo i dati preliminari attualmente disponibili, nel 2018 le esportazioni italiane di tecnologie per il mercato dell’energia hanno sfiorato il valore di 7 miliardi di euro, di cui circa il 35% hanno riguardato le energie rinnovabili e la restante parte i comparti della produzione, trasmissione e distribuzione di energia elettrica.

Negli ultimi anni, le imprese italiane fornitrici di tecnologie per l’energia - forti di un’offerta tecnologica di eccellenza - hanno rafforzato la propria presenza anche nei mercati extra europei. All’Africa è rivolto il 7% dell’export italiano di tecnologie per l’energia e, in particolare, una quota pari al 16% è destinata al mercato della Tunisia.

FOCUS ITALIA - TUNISIA

Guardando al totale delle tecnologie elettrotecniche ed elettroniche, i dati di interscambio commerciale fra Italia e Tunisia evidenziano rapporti consolidati. Secondo i dati preliminari disponibili, nel 2018 le esportazioni italiane di Elettrotecnica ed Elettronica rappresentano circa il 15% del totale delle esportazioni manifatturiere italiane - collocandosi in seconda posizione fra i settori industriali - per un valore pari a 528 milioni di euro e una crescita annua del 5,8%.

In particolare, lo scorso anno, le esportazioni italiane di tecnologie per l’energia hanno rappresentato il 40% del totale delle esportazioni elettrotecniche ed elettroniche italiane in Tunisia, per un valore di circa 215 milioni di euro e una crescita annua a due cifre. Nel settore delle tecnologie per l’energia, l’Italia è un esportatore netto in Tunisia, con un saldo della bilancia commerciale in attivo per 106 miliardi di euro.

Tra il 2013-2018 le esportazioni italiane di tecnologie per l’energia in Tunisia sono cresciute annualmente del 10,4%, a fronte di una crescita pari all’1,6% per la media dell’export manifatturiero italiano. In questo contesto sono presenti importanti opportunità di collaborazione fra imprese italiane e tunisine nel mercato dell’Energia, un settore che vede una storica specializzazione tecnologica dell’industria italiana.

Lo sviluppo del settore dell’energia è un obiettivo primario della Tunisia che, con un incremento medio annuo della domanda di elettricità pari al 5%, ha l’obiettivo di ridurre la dipendenza energetica dall’esteroAndrea Maspero, vicepresidente per l’Internazionalizzazione di ANIE.Le imprese italiane - grandi ma anche piccole e medie flessibili, innovative e specialistiche – forti delle competenze tecnologiche acquisite nel mercato nazionale, possono offrire un importante contributo nel percorso di diversificazione del mix di generazione che caratterizzeranno i progetti che il Paese metterà in atto nei prossimi anni, con l’obiettivo di raggiungere una quota delle fonti rinnovabili pari al 30%sul totale dell’energia prodotta entro il 2030”. 

FIND NEWS


QuickLinks Iscriviti
Advertising